Lorenzo Colaleo nasce a Catania il 17 ottobre 1960 ma risiede ad Enna sin da bambino. Vincitore di concorso al Ministero dell’Interno nel 1982, dopo avere prestato servizio a Roma, viene trasferito presso la Prefettura di Enna dove ha ricoperto diversi incarichi tra cui quello di Capo della Segreteria dei Prefetti e Responsabile dell’Ufficio di Protezione Civile. Sin dagli anni 80 si occupa di Protezione Civile tanto da puntare anche negli studi universitari nella materia di “Coordinamento in attività di Protezione Civile” e specializzarsi, attraverso Master Universitari in questa specializzazione. Alla fine degli anni 80’ viene insignito del premio Europeo conferito dal Sottosegretario alla Protezione Civile da parte dell’On.le Fumagalli Carulli Sottosegretario alla Protezione Civile. Nel 1988 riceve il Diploma di benemerenza e relativa medaglia conferita dal Ministro dell’Interno per   le attività svolte nell’emergenza Umbria – Marche.  Nell’anno 2002 diviene Disaster Manager. Nell’anno 2003, a seguito delle attività svolte nel corso delle emergenze degli anni 90, viene insignito dell’Onorificenza di Cavaliere della Repubblica. Nell’anno 2007, riceve, il “Premio Fratellanza nel Mondo” assegnato a Roma nel corso della XVIII Edizione dello stesso. Docente   in   materia   di   Protezione   Civile   in   Corsi   di Specializzazione attivati di concerto con la Regione Siciliana presso l’Università Kore di Enna nonché Docente del Formez. Comandato al Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, ha svolto il ruolo di Vice Coordinatore della Missione Arcobaleno nell’anno 1999. Comandato presso il Dipartimento Regionale di Protezione Civile della Regione Siciliana ha gestito e coordinato numerose emergenze e, da ultimo, le alluvioni avvenute nel messinese quali Scaletta Zanclea.

 


il libro di Lorenzo

 

Protezione Civile   un diritto – dovere per tutti

Un volume che mette assieme le esperienze maturate e le normative vigenti. Un lavoro che esalta il ruolo tecnico operativo della protezione civile in fase di prevenzione e, ancora di più, in fase di emergenza. Il manuale, nato alla nascita della legge 225 che istituiva il Servizio Nazionale di Protezione Civile, ha voluto evidenziare come protezione civile non sia solo ed unicamente emergenza e consigliare tutte quelle attività che devono essere messe in atto per una buona opera di previsione e prevenzione alle calamità nei territori. Il libro esalta l’importanza delle campagne di sensibilizzazione e di informazione partendo dal “giardino” fertile della infanzia e quindi della scuola per una cultura di protezione civile futura. Il libro, diviso in sei parti, parte dalle nozioni basilari di protezione civile, il ruolo dello Stato e delle Istituzioni territoriali, i rischi e le strutture impegnate, per giungere al modello operativo della organizzazione dei soccorsi.