Fernando Luigi Fazzi è nato a metà del XX secolo, in un cucuzzolo di montagna, capoluogo di una delle nove provincie siciliane, Enna; è cresciuto a ridosso della seconda Guerra Mondiale, che, come a tanti altri siciliani, gli ha lasciato lo strascico di una scorza rude, in contrasto con la sensibilità interiore. La prima poesia gli è stata pubblicata a 13 anni di età su una rivista scolastica a tiratura nazionale (Vera Vita), su segnalazione del Real Collegio Capizzi di Bronte. Nel 1977 ha pubblicato la prima raccolta di poesie in dialetto siciliano, intitolata Cumpagni arrivigghiativi che gli valse un’intensa amicizia con Ignazio Buttitta. Frequenta, ma saltuariamente, tutti gli intellettuali siciliani. Per suo impegno sociale tiene spesso conferenze nelle scuole e molto si occupa di questioni dialettali siciliane per le quali è in corrispondenza con studiosi stranieri. Risiede a Enna e vive per scelta, come Battiato e Dalla, in un paesino alle pendici dell’Etna.


I Libri di Fernando

 

Leggi L’auto-biografia di Luigi Fazzi
Leggi Euno e la prima guerra servile
Una testimonianza per Euno
Storia della statua di Euno con autentica notarile
Sicilianitudine – Opera in versi nella koinè
Il fantastico mondo di narconte
Cumpagni arrivigghiativi 
Avventuri amuri d’un certu Don Giuvanni – tra virilità e ligginna
Dialoghi con Ignazio Buttitta
Com’è fatto il paradiso?

Prefazione e postfazione di Fernando Luigi Fazzi. Gli appunti che qui di getto emergono nella mia mente sulla universalità del sesso che accompagna tutti noi, nell’arco della nostra vita, mi fanno obbligo chiarire alcuni punti che se oscuri o nebulosi possono fuorviarci o banalizzarne l’argomento. Rispettosamente dobbiamo riconoscere nell’istinto sessuale quell’istinto naturale, dietro il quale si identifica la ‘conservazione della specie’; così come nell’istinto a nutrirsi ‘la conservazione dell’esistenza’…

Per chi, fra i lettori, ha seguito con attenzione le acrobazie erotiche del nostro ‘Don Juan’, avrà avuto modo di riflettere su come identificarsi, o aspirare ad assomigliargli; o quant’altro: pro, e contro, che sia. Noi, proveremo a svelarne ‘gli arcani misteri’, affinché si possano identificare i piccoli e i grandi drammi che, attraverso gli affetti più profondi e personali, ci si possa riconoscere e trarne le debite considerazioni; il cui fine è l’equilibrio interiore…