Edoardo Fontanazza (1941-1998)

Edoardo Fontanazza, nato a Enna, è stato un uomo di straordinaria e poliedrica personalità. Scrittore, poeta, pittore, pedagogo, sportivo, ha profuso in ogni impegno tutte le sue energie con passione, con competenza e con tenacia instancabili. Laureatosi in pedagogia e psicologia all’Università Cattolica di Milano, ha iniziato e costruito il suo futuro nel campo della scuola in Lombardia, per portare poi nella sua città le esperienze, le ricerche pedagogiche e psicologiche condotte con spirito innovativo e sempre tese alla formazione e al miglioramento della persona umana e sociale. La sua creatività, oltre che nel mondo scolastico, si è manifestata come fucina di idee e di progetti anche nella sfera del sociale e dello sport, tra i quali ricordiamo: l’inserimento a Enna dei “Parchi Robinson”, i “Ludi Olimpici Scolastici” il servizio di “Orientamento Scolastico” per gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori, la formazione, insieme con altri soci dell’EN.CA.NA., di un servizio di ippoterapia per disabili. L’ultimo suo progetto è stato quello di istituire in Enna le manifestazioni federiciane con cadenza possibilmente annuale. In concreto sono state realizzate due edizioni: una nel 1994, da maggio a settembre; un’altra nel 1997, da maggio a ottobre. Le finalità e lo svolgimento del “Progetto Federico II – Europa 2000” sono esposti nel volume “Messaggi per l’Europa dalla terra del mito a Strasburgo”, un libro rimasto incompiuto e pubblicato postumo dalla famiglia nel 2014. Edoardo Fontanazza ci ha lasciato il 6 marzo 1998. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Didattica in azione con i gruppi interclasse, Il parco sull’altipiano, Sicilia a passo di zoccoli, Dal sonno della ragione, Profonda Sicilia, Enna quasi il romanzo di un patrimonio.

 


I Libri di Edoardo