Ettore Grillo nasce ad Enna il 6 dicembre 1946, consegue la maturità classica presso il liceo ginnasio Napoleone Colajanni di Enna e la laurea in giurisprudenza presso l’università di Pisa. Dopo la laurea presta servizio militare come ufficiale di complemento presso la Direzione di Commissariato di Palermo. Durante il servizio militare svolge le mansioni di difensore di ufficio presso il tribunale militare di Palermo. In quel periodo è chiamato a difendere giovani Testimoni di Geova reclusi nelle carceri militari per il delitto di renitenza alla leva. Dopo il servizio militare supera gli esami di procuratore legale ed esercita la professione di avvocato ad Enna per trentasette anni. All’inizio della carriera forense insegna legge negli istituti tecnici e lingue straniere nelle scuole medie. Nel 2000, consegue la certificazione in diritto canonico presso la Pontificia Università Lateranense di Roma. Nel 2009, abbandona la professione di avvocato. Ha svolto lavoro di volontariato in tutti i continenti ed è un ricercatore nei settori della religione, spiritualità, psicologia, ed antropologia. Ha scritto quattro libri in lingua inglese: Travels of the Mind – The Vibrations of Words – A Hidden Sicilian History – November 2: The Day of the Dead in Sicily.


I libri di Ettore

 

A Hidden Sicilian History

C’è vita dopo la morte? A Hidden Sicilian History presenta un interessante romanzo storico di facile lettura che comincia con un’indagine su una morte misteriosa. Mentre fa ricerche nella biblioteca comunale di Enna, un giovane nota uno strano rotolo scivolato sul pavimento da un vuoto tra due volumi sull’inquisizione spagnola. Egli si aspetta di trovare un manoscritto sull’inquisizione spagnola ma con sua sorpresa esso riporta una singolare commedia rappresentata tempo fa nella chiesa di Santa Croce ad Enna. Il giovane traduce lo scritto dall’italiano in inglese e lo pubblica. Il romanzo è ricco di fatti storici: processioni tradizionali, la vita nelle miniere di zolfo, formule per tagliare i vermi e togliere il malocchio, e così via. Il libro descrive anche altre società unite da uno stesso legame: il desiderio di conoscere il significato della vita. In tal modo il romanzo diviene un viaggio nei più intimi recessi dell’anima

November 2 – the day of the in Sicily

Il 2 novembre è un giorno speciale in Sicilia dove i cimiteri sono affollati di gente. Mario Chiaramonte suole andare al cimitero in tale giorno ed oltre a visitare le tombe dei suoi cari e dei suoi amici scomparsi, va in giro per altre tombe. Alcuni epitaffi attraggono la sua attenzione. Mario Chiaramonte descrive le vite di alcuni personaggi sepolti nelle tombe. Egli s’imbatte in un poeta, un mafioso, un politico e così via. Le loro vite sono viste in un’ottica diversa da quella ufficiale, la prospettiva propria di Mario Chiaramonte. Storie d’amore, vita, morte, mafia, bene e male, razzismo, ed impermanenza della vita e delle situazioni sono alcuni dei temi trattati nel romanzo.

Travels of the Mind

Travels of the Mind rappresenta un viaggio spirituale interiore. Nel salotto di un circolo dei nobili di una città siciliana, alcuni soci raccontano i loro viaggi. L’autore imprime nella mente questi viaggi e, dopo qualche tempo, decide di farne un libro. Nel circolo dei nobili, i soci discutono sui i loro viaggi in Tanzania, Medugorje, Londra, Paravati (Calabria), Roma, Parigi, Tokyo, New York, and due piccole cittadine in Germania e Svizzera. Le loro conversazioni vertono su vari argomenti: spiritualità, amore, mente, vita, e morte. Alcuni temi di dibattito sono ‘Cos’è l’amore?’, ‘Possiamo controllare la mente?’, ‘C’è vita dopo la morte?’ Oltre ad offrire consigli utili per viaggiare in Tanzania e cogliere lo spirito delle arti marziali, il libro è utile per superare i problemi legati all’ansia, depressione, e disordini della personalità. L’autore stesso è guarito dall’ansia ed dagli attacchi di panico, mediante la meditazione ed i viaggi, ed anche aprendo il suo cuore a Dio.

The vibrations of Words

The Vibrations of Words è un romanzo autobiografico. Esso offre un viaggio attraverso musica, teatro, meditazione, gibberish, giudaismo, esoterismo e rare pratiche religiose. Il libro descrive come le vibrazioni delle parole possono influenzare il corpo e la mente. Un vecchio racconta a suo nipote, uno studente universitario, i suoi ricordi ed in particolare i suoi viaggi in India e Israele. Nel corso della sua vita il vecchio apprende come le corde degli strumenti musicali possono vibrare anche se nessuno le tocca. In India il vecchio scopre come le vibrazioni della musica ed i mantra hanno poteri di guarigione mentre in Israele impara l’essenza delle vibrazioni delle parole: positive e negative vibrazioni dipendono dalla qualità delle parole. Parole buone danno vita a situazioni favorevoli, mentre la maldicenza causa situazioni negative.