Il sacerdote Filippo Marotta, nasce a Pietraperzia il 10 Febbraio 1950, da Giuseppe Marotta, commerciante di merceria, di abbigliamento e tessuti, e da Lucia Carà, casalinga. Ha una sorella, Maria Grazia, secondogenita, sposata con Filippo Di Gloria e madre di tre figli. All’età di 23 anni (29 Giugno 1973) don Filippo Marotta riceve l’ordinazione sacerdotale dalle mani del vescovo di Piazza Armerina, monsignor Sebastiano Rosso.

 


I libri di don Filippo

 

Saggi e documenti riguardanti la storia di Pietraperzia
Saggi e documenti riguardanti la storia di Pietraperzia 2
La settimana Santa e la Pasqua a Pietraperzia
Pietraperzia- dalle origini al 1996
Tutte le opere di Vincenzo Guarnaccia da Pietraperzia vol. 1
Tutte le opere di Vincenzo Guarnaccia da Pietraperzia vol.2
Saggi e documenti riguardanti la storia di Pietraperzia vol. 1
Scritti sulla Parrocchia S. Tommaso Apostolo di Enna
Storia e attualità della Parrocchia San Tommaso Apostolo di Enna
Vivere il Giubileo della Misericordia
Vocabolario Siciliano della parlata di Pietraperzia
Antologia delle tradizioni popolari degli usi e costumi delle espressioni dialettali e degli autori di opere in vernacolo di Pietraperzia
Grammatica comparata della parlata dialettale Siciliana di Pietraperzia con la lingua Italiana
Vita Parrocchiale di San Tommaso di Enna
Preghiere recenti ed antiche
Proverbi e modi di dire
Proverbi e modi di dire vol. 2
Preghiamo Cantando

 


Il Palmares di don Filippo

 

Nel 1975 acquisisce la Licenza in Sacra Teologia Pastorale nella facoltà teologica dell’Ignatianum di Messina e si iscrive alla facoltà di Lettere Moderne di Catania. Per un anno pastorale (Settembre 1976 – Settembre 1977) è impegnato nella Parrocchia San Tommaso Apostolo di Enna; poi, per circa tre anni, nella missione cattolica di Oerlikon-Zurigo, quale missionario degli ottomila emigrati italiani che risiedevano nei due quartieri zurighesi di Oerlikon e Schwamendingen e nei paesi viciniori di Wallisellen, Dietlikon e Wangen. Dal 1980, ritornato a Pietraperzia, si dedica alla cura religiosa dei giovani e alla vita sociale del paese fondando un periodico mensile “La Voce del Prossimo” (1981-1985). Nel 1987 e nel 1989 pubblica due opere di cultura <<popolarmente connotata>>: “Proverbi e modi di dire in uso nella parlata di Pietraperzia” e “La Settimana Santa e la Pasqua a Pietraperzia”. Il 15 Dicembre 1989 il Vescovo Monsignor Vincenzo Cirrincione lo designa parroco della comunità parrocchiale di San Tommaso Apostolo di Enna e gliene dà incarico ufficiale la mattina del 24 dicembre con una solenne celebrazione liturgica nell’omonima chiesa. Al termine della sacra cerimonia il vescovo benedice la fontana monumentale con le tre sirenette bronzee – scolpite dall’artista ennese Mario Termini -, posta nella piazza Francesco Paolo Neglia (intesa “Piazza San Tommaso”). Nell’esercizio parrocale don Filippo utilizza gli strumenti pastorali che le circostanze richiedono, comprese le pubblicazioni di un libro di canti (“Preghiamo Cantando”, Dicembre 1991), di un libro di devozioni popolari (“Preghiere recenti e antiche della Parrochia San Tommaso Apostolo di Enna”, Settembre 1994), di un periodico mensile durato quattro anni (“ La Voce della Parrocchia”, Dicembre 1992 – Febbraio 1996) e di un resoconto accurato di ciò che la parrocchia era stata ed era al momento del decennale di parroco, celebrato nel 1999 (“Scritti sulla Parrocchia San Tommaso Apostolo…”, Marzo 2000), per favorire la conoscenza e la maturazione della fede cristiana nella popolazione parrocchiale. Nel 1998 don Filippo, assieme al geometra Salvatore Di Lavore di Pietraperzia, dà alle stampe una nuova edizione della storia di Pietraperzia, anticamente pubblicata per la prima volta nel 1776 dal francescano padre Dionigi Bongiovanni. Tra il 1999 e il 2003 escono tre volumi di “Saggi e Documenti riguardanti la Storia di Pietraperzia”. Nel 2002 vengono pubblicate due opere di natura dialettologica: “Antologia delle tradizioni popolari, degli usi e costumi, delle espressioni dialettali e degli autori in vernacolo di Pietraperzia”, e, subito dopo, il “Vocabolario Siciliano della parlata dialettale di Pietraperzia”, quest’ultima assieme all’insegnante Giovanni Culmone. La trilogia delle opere dialettali viene completata nell’Aprile del 2006 con la pubblicazione della “Grammatica comparata della parlata dialettale siciliana di Pietraperzia con la lingua italiana”. Il 19 Novembre 2003 don Filippo, assieme ai professori Salvatore Mastrosimone, Gaetano Milino e Salvatore di Pietro, rifonda l’Accademia Cauloniana, sorta a Pietraperzia nel 1756 per iniziativa del dottor Rosario Bonanno con sede nel Convento di S. Maria di Gesù dei frati Minori Riformati di San Francesco. Di tale Accademia letteraria ne è il presidente. Essa per 11 anni è stata il contenitore di varie iniziative culturali, realizzate con l’attiva collaborazione dei cofondatori della medesima Accademia; in particolare della rivista trimestrale “Pietraperzia”, il cui ultimo numero è stato pubblicato nel Dicembre 2014. In preparazione del 25° anniversario della sua immissione a parroco della comunità San Tommaso Apostolo (24 Dicembre 2014) don Filippo Marotta ha pubblicato l’opera “Storia e Attualità della parrocchia San Tommaso Apostolo di Enna. Cenni sulla vita religiosa e civile della città”. In essa, ricca di corredo fotografico, si descrivono tutte quelle attività pastorali che sono bagaglio storico e attuale del bene spirituale dei fedeli. Si riportano anche notizie di rilievo della storia civile e religiosa della città di Enna