Mario Rizzo nasce a Enna nel 1958 dove vive e lavora come medico internista ospedaliero. E’ al suo terzo scritto umoristico: “Il Cordaro” segue “Ratatata” e “Deja vu quotidiano”. Ha in tasca un tesserino poco usato di giornalista pubblicista. E’ un tifoso poligamo del Napoli, del Palermo e per ultimo del Torino. Con il libro “Deja vu quotidiano” si è classificato al terzo posto alla seconda edizione  del premio Umberto Domina. La storia prende spunto da un dato quotidiano, nel senso più esteso. In Italia in pochi comprano il giornale, ma molti lo leggono. Grazie a bar, ma soprattutto a barberie che lo utilizzano come indice di attrazione. Luoghi che diventano cosi sublimi circoli spontanei di cultura alternativa. Dove si può rimanere coinvolti in dibattiti scatenati da lettori di frodo, occasionali o abituali, che attingono da notizie lette senza pagare alcun dazio, giustificandosi con la pressante necessità di essere informati.  Con la pubblicazione di “Ratatata” diviene finalista della terza edizione. Cinque storie semiserie tra verità e fantasia. Spunti attinti dalla vita di provincia. Ha chiesto il giudizio di famiglia prima di sbilanciarsi nella pubblicazione.


I libri di Mario

 

Le corsie della vita
Ratatatà
L’acqua dentro
Il Cordaro
Deja vu quotidiano