Vincenzo Vita (1919-1997)

Vincenzo Vita nasce ad Enna il 10 febbraio 1919. Professore di matematica nel locale Liceo Classico “Napoleone Colajanni”, dove pure era stato studente, ne diventa Preside in giovane età. Noto nel ristretto mondo della storia della matematica, è anche incaricato dell’ insegnamento della materia nell’Università di Catania dal 1962 al 1969. Dopo tale data diventa Ispettore Centrale del Ministero della Pubblica Istruzione sino al pensionamento; opera, comunque, per un altro anno ancora quale consulente dello stesso Ministero. I suoi lavori in merito alla didattica ed alla storia della matematica sono conosciuti tra gli studiosi, specie con riferimento alla “evoluzione” dei programmi scolastici. Il suo libro I programmi di matematica per le scuole secondarie dall’Unità d’Italia al 1986. Rilettura storico-critica” unico nel suo genere, è stato preceduto da vari lavori particolari e seguito da numerosi altri relativi a programmi successivi. Ha preso parte attiva alla stesura dei programmi scolastici sia come rappresentante del Ministero nell’apposita Commissione (voluta dalla Ministra Falcucci – “Programma Brocca”) sia come esperto per successive modifiche ed ampliamenti. Dopo nove lavori dedicati allo studio degli indivisibili e delle coniche nei secoli XVI e XVII, il suo interesse si rivolse principalmente alla matematica greca (undici lavori); successivamente ampliò gli orizzonti sino all’esame di Democrito matematico o l’infinito ed il continuo in Aristotele e nel suo tempo. Uomo colto (L’unità del sapere in Dante Alighieri – Riv. “Esperienze Letterarie”-1984) ed apprezzato conferenziere, intrattenne corrispondenza con vari professori di Università Europee ed era socio e/o pubblicista in diverse associazioni e riviste specialistiche (“Cultura e Scuola” –  “Mathesis” – “Archive for History of Exact Scienses”, fra le altre). La morte improvvisa, avvenuta a Roma il 20 novembre 1997, lo colse impegnato in un altro denso a vasto lavoro (sulla nascita dell’incommensurabilità).L’aula magna del Liceo N. Colajanni di Enna è intitolata al suo nome, a memoria della sua opera di insegnante e studioso che ha illustrato la Scuola e la Città.

 


I libri e le pubblicazioni di Vincenzo

 

Il teorema sull’esagono nellessay les coniques di Pascal
Biagio Pascal e gli indivisibili
Su un luogo geometrico studiato da aristotele
Il teorema sul quadrangolo completo nel Brouillon project di desargues
Il punto nella terminologia matematica Greca Vol. 3
Gli indivisibili nella filosofia matematica Greca
Euclide o Erone
Due luoghi geometrici nella meteorologia di Aristotele
Democrito e gli indivisibili geometrici
Atti degli incontri di logica matematica – Vol. 1
Sulle definizioni preeuclidee di punto
Progetto di un programma di matematica per il liceo scientifico
L’insegnamento della geometria nelle scuole secondarie in stretto contatto con il processo storico
L’insegnamento della geometria nelle scuole secondarie 1991
L’infinito matematico in Aristotele nel suo-tempo vol. 3
L’infinito matematico in Aristotele e nel suo tempo
Le trasformazioni affini nel piano
La geometria delle trasformazioni nell’insegnamento secondario superiore
L’educazione matematica Vol. 2
L’educazione matematica